Catch Me

Catch Me

Il riuso della materia, le tecniche di fabbricazione ecocompatibili e il design dell’interiorità oltre che dell’interno, sono i vincoli che mi hanno guidato nelle scelte per questo progetto. Ho cercato di ri-progettare la forma-funzione della barrique e per questo, la particolare sagoma del listello mi ha portato a ripensare la forma ma con un nuovo contenuto liquido. Desideravo creare un oggetto in cui fosse distinto sia il lato esterno che quello interno della doga, sempre nascosto alla vista, dove il particolare colore sanguigno è predominante, e segno della vita del legno e del vino. La coppa in ferro sul fondo racchiude, avvolge e sostiene i listelli, divenendo al contempo struttura portante e contenitore. Il tutto è tenuto insieme dal cerchio di testa con lo stesso principio tenuto per le costruzioni delle botti stesse.

Trovo interessante il concetto scuola-workshop promosso a San Patrignano, e in generale il lavoro costante di questa comunità è eccellente nella ri-costruzione di un nuovo stile di vita. La visione del futuro è limitata dagli stessi vincoli che influenzano il processo della vita, cioè l’incertezza. Io stessa ho iniziato la mia vita verso una direzione con idee preconcette su dove sarei finita, e invece il mio percorso assomiglia piuttosto a un sentiero a zigzag. Lo stesso processo della vita si trova anche nel lavoro del designer e sono affascinata dalla progressione a volte circolare che inconsciamente facciamo.

san patrignano barrique catch me

Designers

Terry Dwan
Terry Dwan

Altre Foto

san patrignano barrique catch me
san patrignano barrique catch me
san patrignano barrique catch me
san patrignano barrique catch me
san patrignano barrique catch me