Panca San Patrignano

Panca San Patrignano

La panca ottenuta da una serie di fasce da botte, accostate in parallelo a formare ogni singola seduta, è estendibile da un posto a due, a tre, a quattro, a cinque. Essa, quanto più è ripetuta, più riafferma quell’essere anzitutto segno astratto, carattere crittografico e allo stesso tempo raffigurazione infantile di un’onda stilizzata, di una qualche copertura industriale, di una serie di archetti ripetuti e rovesciati o di quelle nuvole stilizzate orientali che segnano tutta la pittura cinese. È un riutilizzo o riciclo che genera una differente figura, per un differente uso, ma quella figura derivata dagli elementi costruttivi della botte iniziale diviene così forte e assoluta che ora è essa che apparentemente genera le forme con cui si costruiscono le botti. Come in quegli strani giochi, i “Transformer” che mutano da auto, a guerrieri, a mostri, attraverso rotazioni dei loro pezzi, dei loro elementi costitutivi cambiando forma e natura,
così panca e botti si mostrano come due forme di aggregazione degli stessi elementi ma senza apparente derivazione, senza alcuna ascendenza o discendenza una dall’altra.

san patrignano barrique panca

Designers

Luca Sacchetti
Luca Sacchetti

Altre Foto

san patrignano barrique panca
san patrignano barrique panca
san patrignano barrique panca
san patrignano barrique panca
san patrignano barrique panca
san patrignano barrique panca